14359168_1181711168534071_7282483781056540009_n

Dawood Sarkhosh è uno dei cantautori più famosi dell’Afghanistan. Rifugiato egli stesso in Austria, è molto amato sia in patria che all’estero, non solo per l’altissima qualità della sua musica ma anche per la sua capacità di dar voce al dolore e alla nostalgia di un intero popolo. Dawood Sarkhosh è nato nella provincia di Daykundi, in Afghanistan e appartiene al popolo Hazara.

Sarzamin-e-Man “terra mia”, è il titolo di uno dei suoi album uscito ai tempi del regime talebano, nonché una delle sue canzoni più famose, di cui riportiamo qui un’inedita traduzione in italiano.
La mia terra di Dawood Sarkhosh

Terra mia
Ho vagato senza rifugio
Casa per casa
Senza di te ho vagato con la sola
Angoscia come compagna di viaggio
Mio unico amore
In te ho le mie radici
Senza di te né il mio canto
Né le mie poesie
Hanno più sapore

Terra mia
Sei stanca, stanca
Della tua miseria
Sei senza inno e senza voce
Terra mia
Sei un malato senza cura
Terra mia
Chi ha cantato il tuo dolore?
Chi ha intrapreso la tua strada?
Terra mia
Chi ti è rimasto fedele?
Mia luna e stella
Tu sei la strada del mio ritorno
Senza di te nessun luogo mi è più sopportabile
Hanno trafugato i tuoi tesori per aumentare la loro opulenza
Hanno strappato a turno il tuo cuore
Terra mia
Sei stanca, stanca
Della tua miseria
Sei senza inno e senza voce
Terra mia
Sei un malato senza cura
Terra mia
Sei come un occhio in attesa
Come un deserto di polvere
Come un cuore colmo di dolore

Traduzione di Basir Ahang e Nicole Valentini

 

Condividi questo articolo

Leave A Reply