Tradotto da Lisa Maya Quaianni Manuzzato

Sahar Parniyan

Un’attrice Hazara dell’Afghanistan nota per il suo ruolo in una serie TV locale sulla corruzione e il sabotaggio si è vista costretta a nascondersi dopo aver ricevuto minacce di morte. Secondo alcune sue dichiarazioni, sta vivendo in un incubo dopo che un’amica attrice è stata uccisa negli scorsi giorni, nell’ultimo questo mese.

Sahar Parniyan è apparsa frequentemente sullo schermo con la ventiduenne Benafsha, l’artista uccisa. Si suppone che la promettente star sia stata assassinata a causa delle parti che recitava. I suoi ruoli erano considerati da alcuni contro i valori e la morale islamica. L’attrice era stata oggetto di violenza verbale e di attacchi d’odio quando era andata alla panetteria vicino a casa sua nella capitale afghana, Kabul.

Parniyan ha dichiarato che a seguito della morte di Benafsha anche lei ha ricevuto avvertimenti e che sarà lei il prossimo target.

L’attrice ha detto che si vedrà costretta a tagliare l’attività filmica se le autorità non potessero garantirle sicurezza. La star cinematografica afferma che ha cambiato il suo indirizzo perché vivere a Kabul è divenuto intollerabile per lei a seguito della morte della collega.

Dopo la notizia dell’assassinio di Benafsha, una schiera di fan della Parniayn ha scritto messaggi di supporto sulla sua pagina facebook. L’attrice ha postato una risposta, dicendo che lei non ha lasciato l’appartamento per stare in un posto sicuro.

Sono angosciata che ben prima del 2014, l’estremismo, il terrore e il fondamentalismo sembrino incrementarsi talmente tanto da portar via le vite di artisti e attivisti della società civile. La mia sola speranza è Dio, i vostri incoraggiamenti e le vostre benedizioni e forse le guardie di sicurezza. D’ora in poi sarò costretta ad avere una scorta di sicurezza con me, del resto cosa posso fare, questa è la situazione nel mio paese!”

Fonte di notizia:Russia Today

Condividi questo articolo

Leave A Reply