Dopo più di un secolo di crimini sistematici come il genocidio, la schiavitù, gli abusi e le violenze sessuali, i crimini di guerra e le discriminazioni, essere Hazara appare ancora oggi un crimine in paesi come l’Afghanistan e il Pakistan. Solo Sabato 16 Febbraio 2013, infatti, più di trecento uomini, donne e bambini sono stati uccisi o feriti in un attacco terroristico nella città di Quetta, in Pakistan. Questo attacco segue un altro attentato avvenuto il 10 Gennaio nella stessa città, attacco che ha provocato la morte di più di cento persone. In questi ultimi anni, più di mille persone appartenenti all’etnia Hazara sono state uccise in simili attacchi organizzati in questo paese.Oggi, nella loro stessa terra, in Afghanistan, le persone appartenenti a quest’etnia non sono al sicuro. Attraverso questa conferenza tenteremo di capire cosa sta accadendo in Pakistan.

Luogo: Via Giovanni Antonio Sacco, 12, Bologna, Camplus Alma Mater- Bologna
Data: Domenica 17 Marzo 2013
Ora: 14:00 -18:00
Per ulteriore informazioni rivolgetevi al sito Rete Internazionale del Popolo Hazara” www.hazarapeople.com”

Perteciperanno: Dottoressa Francecsa Grisot docente a contratto presso all’Università di Iusve di Venezia, Dottoressa Laura Silvia Battaglia docente presso l’Università Cattolica di Milano, Basir Ahang giornalista e attivista per i diritti umani, Amin Wahidi filmmaker e attivista per i diritti umani, Jawad Haidari Sociologo, Dottoressa Adelaide Zambusi esperta di diritti umani, Nemat Rezai studente dell’Universtà di Padova, Nazifa Amiri Studentessa dell’Università di Bologna, Jasmine Bompani attivista di Cremona.
Locandina

Condividi questo articolo

Leave A Reply