Cinque persone sono state uccise e più di 50 sono rimaste ferite lunedì, quando un autobus che trasportava studenti di etnia Hazara è stato preso di mira da una potente autobomba nella città di Quetta nel Sud-Ovest del Pakistan.

REUTERS PICTURES

La bomba, nascosta in un’auto parcheggiata sul bordo della strada, è stata innescata lunedì mattina da un telecomando a distanza quando l’autobus ha raggiunto il campus dell’università di informatica del Baluchistan.

I poliziotti si trovavano in quel momento in un furgone che stava scortando l’autobus.
Gli ufficiali di polizia affermano che l’autobus era l’obiettivo dell’attacco.

La squadra artificieri ha affermato che la bomba conteneva circa 40 Kg di esplosivo e di pallottole in metallo.

Le forze di sicurezza hanno circondato il luogo dell’esplosione, situato in una zona residenziale di Quetta, ed hanno lanciato un’operazione di ricerca dei responsabili.

Questo è solo l’ultimo di una serie di attentati che hanno di mira la minoranza Hazara del Baluchistan. Centinaia di Hazara sono stati uccisi quest’anno perlopiù da sparatorie avvenute a bordo di motociclette.

Questi attentati sono attribuiti al gruppo terroristico Lashkar-e-Jhangvi, noto per essere da sempre un’organizzazione a favore dello sterminio della popolazione Hazara.

Share.

About Author

Leave A Reply