Mercoledì 5 dicembre, ore 20 Teatro Monteverdi, via Dante 149, Cremona.

Relatori:
Basir Ahang – giornalista, ha ventotto anni, è arrivato dall’Afghanistan come rifugiato politico nel 2008, vive a Padova dove frequenta la Facoltà di Scienze Politiche e scrive regolarmente in persiano per la BBC e per altri siti che si occupano di diritti umani. Nel 2003 partecipa a Kabul a un corso di giornalismo promosso dall’Associazione no profit Internews Europe e nel 2008 si laurea in letteratura persiana all’università di Kabul ma subito dopo deve lasciare il suo paese per le gravi minacce subite. Da allora testimonia l’oscurità nella quale è finito il suo Paese attraverso articoli, interviste e conferenze per le quali è chiamato in tutta Europa (www.basirahang.org e www.hazarapeople.com);

Francesca Grisot – antropologa, ha studiato e lavora presso l’università Ca’ Foscari di Venezia, parla la lingua persiana, è mediatore culturale e ha seguito molti casi di minorenni afghanistani richiedenti asilo;

Amin Wahidi – regista cinematografico, nato a Kabul, vive e studia Cinematografia a Milano, ha prodotto e girato cortometraggi a Kabul e a Milano (Treasure In The Ruins), oltre al dari e all’inglese, parla e scrive poesie in italiano;

Adelaide Zambusi – coordinatrice UNHCR nel Nord Italia, manager assistente presso No Peace without Justice, praticante avvocato, master in European Pubblic Affairs, ha maturato esperienza giuridica nel diritto comunitario e internazionale.

Questa serata è stata organizzata con il supporto dalle associazioni Intercultura, Cisvol,Rete Internazionale del Popolo Hazara”Sede Italia”, Immigrati cittadini e dei ragazzi afghanistani presenti a Cremona.

Obiettivo fondamentale di questa serata è quello di creare uno spazio di dialogo e confronto che coinvolga giornalisti, fotografi, registi e testimoni della cultura, politica e società afghana e i cittadini che desidereranno prenderne parte, per poter creare uno spazio di discussione ed approfondimento su aspetti meno noti della cultura di questo paese come il cinema, l’arte e la fotografia. Le immagini e il dibattito offriranno inoltre lo spazio per poter interrogarsi assieme sui progressi fino ad ora raggiunti, sui rapporti tra Afghanistan e Italia, nonché il futuro che attende la popolazione dopo il 2014, anno ufficiale di uscita delle forze internazionali dal Paese.

Per ulteriori informazioni scrivere all’indirizzo e-mail: cremonlife@gmail.com

Lo studente e blogger Hazara Afghanistani Nur Mutahari

Condividi questo articolo

Leave A Reply